“Una tantum” per carenza contrattuale nelle Agenzie di Viaggio Confcommercio

 



Con le competenze di marzo 2020 spetta un importo “una tantum” a favore dei dipendenti delle Imprese di Viaggi e Turismo (Fiavet – Confcommercio), a titolo di indennizzo per il periodo di carenza contrattuale.


A marzo 2020 spetta la seconda tranche di “una tantum” al personale in forza a luglio 2019 delle Imprese di Viaggi e Turismo (Fiavet – Confcommercio), per il servizio prestato nell’ambito del rapporto di lavoro in essere nel corso del periodo 1/1/2019 – 30/6/2019 (carenza contrattuale), il seguente importo una tantum:

































Livelli

Marzo 2020

A 128,25
B 118,50
1 111,00
2 101,25
3 95,25
4 90,00
5 84,75
6S 81,00
6 80,25
7 75,00


 


Per gli apprendisti, l’ammontare dell’una tantum è determinato in euro 60,00 nel mese di marzo.
Ai lavoratori che non abbiano prestato servizio per l’intero periodo di carenza contrattuale, gli importi verranno erogati pro quota, in ragione di un sesto per ogni mese intero di servizio prestato. A tal fine non verranno considerate le frazioni di mese inferiori a 15 giorni, mentre quelle pari o superiori a 15 giorni verranno computate come mese intero.
Analogamente si procederà per i casi in cui non sia dato luogo a retribuzione nello stesso periodo, a norma di legge e di contratto (ivi compresa la malattia), con esclusione dei casi di maternità ed infortunio.
Per il personale in servizio con rapporto di lavoro a tempo parziale, l’erogazione avverrà con criteri di proporzionalità.
Gli importi una tantum di cui sopra sono erogati a titolo di indennizzo per il periodo di carenza contrattuale e non sono utili agli effetti del computo di alcun istituto di legge e contrattuale né del trattamento di fine rapporto.