Patent box: attribuita la competenza alla gestione delle istanze

 

Ripartita tra le diverse articolazioni dell’Agenzia delle Entrate la gestione delle istanze di accesso alla procedura di accordo preventivo connessa all’utilizzo di beni immobili (istanze di Patent Box) per consentire una gestione più efficiente delle procedure connesse alle istanze medesime a fronte dell’elevato numero di richieste pervenute (Agenzia entrate – provvedimento n. 67014/2016).

La competenza della gestione delle istanze di Patent Box presentate dai soggetti titolari di redditi di impresa:
– è della Direzione Centrale Accertamento, Settore Internazionale, Ufficio Accordi preventivi e controversie internazionali, in presenza di un volume d’affari ovvero un ammontare di ricavi, indicato nell’ultima dichiarazione presentata prima dell’invio dell’istanza, pari o superiore a € 300.000.000;
– è delle Direzioni Regionali ed alle Direzioni Provinciali di Trento e Bolzano, in base al domicilio fiscale del contribuente, in caso di un volume d’affari ovvero un ammontare di ricavi inferiore a € 300.000.000.

La suddetta ripartizione di competenze è valevole per le istanze presentate dal 06 maggio 2016. Le istanze presentate prima di tale data vengono reindirizzate alla Direzione competente a cura dell’ufficio che le ha ricevute. Anche l’invio della documentazione integrativa, qualora i termini di presentazione non siano scaduti, deve essere effettuato, a cura del contribuente, all’Ufficio competente individuato sulla base della nuova attribuzione di competenze.