Firmato accordo sulle molestie nei luoghi di lavoro dalla Unione Industriale di Asti

 


06 dic 2018 Siglato il 30/11/2018, tra la UNIONE INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI ASTI e la CGIL Asti, la CISL Alessandria Asti, la UIL Asti Cuneo, l’accordo provinciale sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro.

Le Parti firmatarie convengono che:
– ogni atto o comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro, secondo le definizioni dell’Accordo, è inaccettabile;
– è, pertanto, riconosciuto il principio che la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori non può essere violata da atti o comportamenti che configurano molestie o violenza;
– i comportamenti molesti o la violenza subiti nel luogo di lavoro non possono rimanere sotto silenzio;
– le lavoratrici, i lavoratori e le imprese hanno il dovere di collaborare al mantenimento di un ambiente di lavoro in cui sia rispettata la dignità di ognuno e siano favorite le relazioni interpersonali, basate sui principi di rispetto e di reciproca correttezza.
Inoltre le Parti si impegnano a:
– individuare a livello territoriale, attraverso un’analisi congiunta, le strutture, gli strumenti e le metodologie più adeguate al fine di assicurare un’assistenza, sia dal punto di vista psicologico sia dal punto di vista legale e contrattuale, a coloro che siano stati/e vittime di molestie o violenza nei luoghi di lavoro;
– promuovere e partecipare ad iniziative di contrasto al fenomeno della violenza e predisporre azioni di supporto al reinserimento lavorativo di coloro che siano stati vittime di violenza o molestie;
– rafforzare la collaborazione tra mondo del lavoro ed Istituzioni preposte al contrasto del fenomeno;
– promuovere attività finalizzate alla sensibilizzazione e prevenzione dei fenomeni, quali, ad esempio, iniziative di formazione/informazione nei luoghi di lavoro atte a prevenire l’uso della violenza e le sue conseguenze sulle persone;
– promuovere l’adozione del presente accordo nelle imprese ed individuare e condividere innovativi ed idonei strumenti di tutela.